Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE

 

IV - 2003 / 2 - luglio-dicembre

Schedario


Francesco Pirani,
Fabriano in età comunale.
Nascita e affermazione di una città manifatturiera
,
Firenze, Nardini, 2003.


Indice

Presentazione di Jean-Claude Maire Vigueur

Premessa
Introduzione

Capitolo I
L'identità urbana

Capitolo II
Gli assetti territoriali

Capitolo III
La signoria rurale: evoluzione di una struttura di potere

Capitolo IV
Il coordinamento della società nella compagine comunale

Capitolo V
Il consolidamento istituzionale del comune e l'evoluzione sociale

Capitolo VI
Il comune popolare e il governo delle Arti

Appendici
1. La "carta maior" del comune (1198)
2. Ufficiali del comune
3. Tavole genealogiche e schede prosopografiche

Bibliografia
Indice onomastico e toponomastico


Abstract

Posto al centro di un'ampia conca nell'alta valle dell'Esino, Fabriano appartiene a quel novero di centri urbani di media grandezza che innervano il tessuto insediativo della Marca bassomedievale. Fabriano non era propriamente né una città né un centro rurale, ma qualcosa di intermedio: gli atti dei secoli XIII-XIV definiscono infatti il centro appenninico con la qualifica di "terra", un termine tecnico-giuridico in uso nel linguaggio amministrativo dello Stato della Chiesa. Il primo secolo della storia comunale di Fabriano, compreso fra l'ultimo quarto del XII secolo e la fine del Duecento, mostra appieno le peculiarità storiche del centro appenninico. Se infatti le origini del movimento associativo e le forme di consolidamento delle istituzioni comunali rimandano a dinamiche caratteristiche di una comunità rurale, la matura forma di organizzazione sociale instauratasi durante la seconda metà del Duecento, conseguentemente allo sviluppo economico e demografico, imprime al centro appenninico una chiara fisionomia cittadina. Alla fine del XIII secolo il centro urbano di Fabriano è animato da una società vivace ed articolata al suo interno e sa inserirsi in un circuito commerciale di respiro sovraregionale, grazie soprattutto all'avvio della produzione cartaria che le garantirà fama nei secoli. Il libro intende ripercorre tale parabola storica dedicando una particolare attenzione a cogliere lo stretto nesso esistente fra dinamica sociale, sviluppo economico ed evoluzione delle istituzioni.


Autore

Francesco Pirani ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia medievale presso l'Università degli Studi di Firenze. Si è occupato di storia politica e sociale della Marca nel basso medioevo, concentrando, in particolare, le ricerche sugli sviluppi della civiltà comunale e sulle strutture politico-amministrative dello Stato della Chiesa. Ha rivolto i suoi interessi anche ad aspetti di storia economica, pubblicando una monografia su I maestri cartai, Firenze, Chiari, 2000.

©   2000
Reti Medievali

UP