Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE

 

III - 2002 / 2 - luglio-dicembre

Schedario


Giuliano Pinto
Campagne e paesaggi toscani del Medioevo

Firenze, Nardini, 2002


Indice

Premessa

Cap. I: Un quadro d'insieme

Cap. II: La vite e il vino

Cap. III: Gli olivi e l'olio

Cap. IV: I circondari delle città: insediamenti, proprietà, colture (secoli XIII-XV)

Cap. V: Il Montalbano area di frontiera (secoli XII-XIV)

Cap. VI: Le "terre nuove" del Comune di Firenze: aspetti della politica cittadina

Cap. VII: Il paesaggio storico del Chianti

Cap. VIII: Mezzadria poderale, contadini e proprietari nel catasto Fiorentino del 1427

Fonti e Bibliografia
Indice dei nomi e dei luoghi


Abstract

Il volume è il risultato, in larga parte, di ricerche compiute, o completate, negli ultimi tre-quattro anni. Denominatore comune è la storia del paesaggio e dell'agricoltura toscana del basso Medioevo, ma con incursioni anche all'indietro e, in un caso, con una lettura che si spinge sino a periodi a noi più vicini. In effetti, i secoli compresi tra l'XI e XV contribuiscono in misura decisiva a formare quei caratteri del paesaggio agrario, della maglia insediativa, della struttura fondiaria, dell'organizzazione delle colture, dei rapporti tra proprietari e contadini che con modifiche di diverso peso, ma mai radicali, sono arrivati sino ai giorni nostri, assumendo spesso il significato di elementi di identificazione.

A un primo capitolo di sintesi sull'ambiente, sul popolamento e sull'economia rurale dell'intera regione, che insiste soprattutto sulle forti differenze sub-regionali, fanno seguito due saggi relativi a colture tipiche della Toscana quali la vite e l'olivo, e a prodotti di largo consumo quale il vino e - almeno in parte - l'olio. Gli altri saggi riguardano aree circoscritte (i dintorni delle città maggiori, il Montalbano, il Chianti) o fenomeni particolari (le "terre nuove fiorentine", la mezzadria poderale delle origini).


Autore

Giuliano Pinto (Firenze, 1943) è professore ordinario di Storia medievale presso il Dipartimento di Studi Storici e Geografici dell'Università di Firenze. Le sue ricerche hanno per oggetto soprattutto la società e l'economia italiana fra XIII e XV secolo, con particolare attenzione alle strutture agrarie (proprietà, forme di conduzione, rendita fondiaria, vita materiale), al mondo del lavoro urbano, ai problemi della povertà e dell'assistenza, al rapporto tra città e campagna. Tra i suoi lavori più recenti segnaliamo "La società del bisogno. Povertà e assistenza nella Toscana medievale" (a cura), Firenze, 1989; "Toscana medievale. Paesaggi e realtà sociali", Firenze, 1993; "Città e spazi economici nell'Italia comunale", Bologna, 1996; e infine la parte medievale del volume "La popolazione italiana dal Medioevo a oggi", Roma-Bari, 1996.

©   2000
Reti Medievali

UP