Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE

 

III - 2002 / 1 - gennaio-giugno

Schedario


Anthony Grafton,
Il Signore del tempo.
I mondi e le opere di un astrologo del Rinascimento
,
Roma-Bari, Editori Laterza, 2002, pp. 354.


Indice

Prefazione

I. Il Signore del tempo

II. La pratica dell'astrologo

III. Il pronosticatore

IV. L'astrologo

V. Diventare un autore

VI. Astrologi in collisione

VII. L'astrologo come consigliere politico

VIII. L'astrologia classica recuperata

IX. L'esplorazione delle discipline rivali

X. Cardano su Cardano

XI. L'empirismo dell'astrologo

Note
Bibliografia
Referenze iconografiche
Indice analitico


Abstract

Girolamo Cardano (1501-1576) fu un personaggio vulcanico e poliedrico: medico, filosofo, matematico, autore originale e prolifico (fu uno degli autori più letti del suo tempo), oltre che astrologo richiesto e apprezzato. Il libro di Grafton ne analizza magistralmente la straordinaria carriera, dall'elaborazione dei primi pronostici al raggiungimento dei più alti livelli di fama e autorevolezza. Gli astrologi del Rinascimento elaboravano predizioni su qualsiasi argomento, dal futuro dell'umanità al rischio di un particolare investimento, alle tendenze del tempo atmosferico. La loro clientela era assai vasta e variegata e annoverava anche i teoricamente scettici (come ad esempio Guicciardini). Disciplina dalle antiche radici e destinata a non tramontare (ma a banalizzarsi fortemente) l'astrologia, basata sul presupposto della corrispondenza tra configurazioni astrali ed eventi terreni, doveva confrontarsi ai tempi di Cardano con l'incipiente rivoluzione scientifica e con la rivoluzione della stampa, che ne ampliava le potenzialità di diffusione e ne mutava le prospettive. In questo contesto l'astrologo, indagatore delle stelle e interprete di una disciplina che ambiva alla comprensione dell'universo, si trovava ad esercitare nel quotidiano una professione rischiosa, sempre alle prese con l'incombenza dell'errore, con un mercato caratterizzato dalla forte richiesta ma anche dalla spietata concorrenza, con personaggi potenti quanto esigenti o bizzosi.


Autore

Anthony Grafton è Dodge Professor of History alla Princeton University, dove dirige lo Shelby Cullom Davis Center for Historical Studies. Tra i suoi testi tradotti in italiano: Falsari e critici. Creatività e finzione nella tradizione letteraria occidentale (Torino 1996), La nota a piè di pagina: una storia curiosa (Milano 2000).

©   2000
Reti Medievali

UP