Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE

 

II - 2001 / 2 - luglio-dicembre

Schedario


Stadt und Hochstift.
Brixen, Bruneck und Klausen bis zur Säkularisation 1803
Città e principato.
Bressanone, Brunico e Chiusa fino alla secolarizzazione 1803
,
a cura di Helmut Flachenecker, Hans Heiss, Hannes Obermair,
Bolzano, Casa editrice Athesia, 2000.


Indice

Helmut Flachenecker, Hans Heiss, Hannes Obermair
Einleitung: Stadt und Bischof, Territorium und Urbanität
Introduzione: Città e vescovo, territorio e urbanesimo

Paul Gleirscher
Vallis Norica - Sabiona - Prihsina. Zu territorial-politischen Fragen im Eisacktal

Josef Riedmann
Die Bischöfe von Säben. Zum historisch-politischen Kontext im frühen Mittelalter

Stefan Demetz
Archäologische Erkenntnisse zur frühen Stadtgeschichte Brixens

Ludwig Tavernier
Grundherrschaft, Siedlungsvielfalt, geschlossene Stadt. Anfänge und städtebauliche Entwicklung der alten Bischofsstadt Brixen im Mittelalter

Giuseppe Albertoni
In loco horrido et asperrimo. La sede vescovile di Bressanone tra Papato e Impero nel secolo IX

Gustav Pfeifer
Ministerialität und geistliche Stadt. Entwicklungslinien in Brixen bis zur Mitte des 13. Jahrhunderts

Helmut Flachenecker
Süddeutsche Hochstiftsstädte als herrschaftkonstituierende Faktoren im mittelalterlichen Territorialisierungsprozess

Franz-Heinz Hye
Die Städte der Fürstbischöfe von Brixen und ihre Stellung in der fürstbischöflichen Territorialpolitik im Mittelalter

Christoph Gasser
Klausen am Eisack. Siedlungsgeschichte und Stadtwerdungsprozess

Erika Kustatscher
Brixen, Klausen und Bruneck im Spätmittelalter - urbane Strukturen unter bischöflicher Herrschaft im Spiegel der Personengeschichte

Klaus Brandstätter
Verfassungskämpfe der Bürgerschaft Brixens im 15. und 16. Jahrhundert

Johannes Andresen
Frühneuzeitliche Inventare als Quelle zur Erforschung bürgerlicher Lebenswelten. Das Fallbeispiel Brixen

Heinz Noflatscher
Gehorsame Untertanen? Politik und Religion im Hochstift Brixen im 17. Jahrhundert

Paolo Caneppele
Popolazione, ceti produttivi, redditi e proprietà fondiaria a Bressanone nel XVII e XVIII secolo

Rosanna Pruccoli
Cultura urbana ed Illuminismo a Bressanone nel Tardo Settecento

Hans Heiss
Altes und neues Stadtbürgertum in Brixen 1770-1803


Abstract

Il volume contiene gli atti del Convegno Città e Principato che ha avuto luogo a Bressanone presso l'Accademia Cusanus dal 15 al 18 settembre del 1997. Il tema del simposio era strettamente legato a progetti scientifici di storia urbana e regionale che furono portati avanti da Helmut Flachenecker e dall'Archivio Provinciale di Bolzano già prima di questa ottima occasione per costituire una "rete" di ricerca storica congiunta su uno dei temi forti dell'Europa premoderna. Il tema si inserisce in quel vasto dibattito storiografico legato al binomio "Città e Chiesa" che da sempre rappresenta un'importante sfida per la ricerca storica. La questione fa parte delle tematiche di fondo della storia sociale occidentale, in cui le dimensioni basilari dello sviluppo premoderno sono incluse e al tempo stesso ricostruibili in categorie storiche. Inoltre, al tema è collegato un rapporto di ambivalenza particolare: se il sistema sociale della "Chiesa" ha sicuramente contribuito alla civilizzazione e alla razionalizzazione delle società europee, risulta altrettanto innegabile anche la sua funzione di costante prefigurazione e disciplinamento dell'organizzazione sociale. In questo contesto, il concetto storico di un "principato vescovile" è l'espressione della forma politica di organizzazione ecclesiastica dell'Europa occidentale durante l'Ancien Régime e richiama con ciò anche tutta una serie di questioni centrali relative al potere nonché alle forme e tecniche di gestione del potere. Inoltre il tema si presenta assai ricco di spunti nella sua dimensione di storia "urbana". Da Max Weber in poi la "città dell'occidente medioevale" é considerata il vero e proprio nucleo fondante dello sviluppo moderno, che ancora prima delle forme di organizzazione territoriale e statale, ha decisamente contribuito ad abilitare il modello sociale europeo alle sue capacità di globalizzazione.


Curatori

Helmut Flachenecker, coordinatore del progetto di ricerca "Germania
Sacra" al Max-Planck-Institut für Geschichte di Göttingen.

Hans Heiss, vicedirettore dell'Archivio Provinciale di Bolzano.

Hannes Obermair, ricercatore presso l'Archivio Provinciale di Bolzano.

 

©   2000
Reti Medievali

UP