Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE

 

XI - 2010/1 - gennaio-luglio

Saggi


Umberto Longo

L’esperienza di riforma avellanita e i rapporti con il mondo monastico
Experience of reform in Fonte Avellana and his relationship with the monastic world

Abstract

È stato possibile rilevare un itinerario all'interno dei lavori e delle azioni di Pier Damiani volgendo l'attenzione su alcuni passi e alcuni punti focali a partire dai suoi scritti agiografici, che recano testimonianza delle varie fasi dell'azione di Pier Damiani e della sua reazione al definirsi del processo di riforma. C'è un'evidente evoluzione nell'atteggiamento di Pier Damiani dall'inizio della sua carriera fino alla fine; la sua agiografia costituisce un sensore sensibile ed estremamente raffinato di questo sviluppo che riflette e trasmette incisivamente gli ideali di santità dell'autore e le sue aspirazioni ascetiche in direzione della riforma. Negli ultimi anni della sua vita Pier Damiani sembrò ritrarsi dalla riforma ecclesiastica romana per orientarsi verso una riforma di quelli che egli riteneva le epressioni forti del monachesimo (Cluny e Montecassino) per coinvolgerli nel propri progetti di riforma.

It has been possible to detect an itinerary within Pier Damiani’s works and actions through the focussing of some steps and significant focal points starting from his hagiographic works which bear witness to the various phases of Pier Damiani’s action and his reaction to the defining of the reform process. There is an evident evolution in Pier Damiani’s attitude from the beginning of his career to the end; his hagiography is a sensitive and extremely refined sensor of this development which reflects and incisively conveys the author’s ideals of sanctity and his ascetic aspirations towards a reform. In the last years of his life Pier Damiani seemed to withdraw from the Roman ecclesiastical reform to turn towards a reform he deemed the best strong points of monasticism (Cluny and Montecassino) to involve them in his own reform projects.

Keywords: Middle Ages, XI century, monasticism, Church reform, Petrus Damiani .

 

©  Umberto Longo per "Reti Medievali"


Citabile come Umberto Longo, L’esperienza di riforma avellanita e i rapporti con il mondo monastico, "Reti Medievali - Rivista", XI - 2010, 1, url: <http://www.rivista.retimedievali.it/>.

 

©   2000
Reti Medievali

UP