Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE

 

IX - 2008

Saggi


Andrea Gamberini

La memoria dei gentiluomini. I cartulari di lignaggio alla fine del Medioevo

Abstract

Malgrado il disinteresse della storiografia italiana per le scritture prodotte da soggetti politici non urbani, anche una semplice ricognizione bibliografica e archivistica ha permesso di restituire l’ampia diffusione dei cartulari di lignaggio alla fine del M.E. Il saggio ne indaga la vicenda, non solo in relazione alle funzioni assolte nell’ambito della parentela (di volta in volta etichettabili come pragmatiche, giuridiche, simboliche, performative, ecc.), ma anche con riferimento alla struttura narrativa spesso assunta dal cartulario, che fa di quest’ultimo un prodotto culturale assolutamente peculiare: una sorta di libro di memorie, di ricordi politici – sia pure per fragmenta, realizzati cioè attraverso un’accurata selezione documentaria – di quei «gentiluomini di Lombardia» ai quali rimasero sostanzialmente estranee altre forme di codificazione del passato familiare (come i più celebri libri di famiglia, tanto diffusi invece in ambito toscano).

Despite the feeble interest of the Italian historians for the deeds produced by non-urban political subject, just a simple bibliographical and archival recognition has allowed to show the large diffusion of the cartularies at the end of the Middle Ages. This essay investigates the vicissitude of the cartularies, non only regarding their function within the kinship (time by time labeled as pragmatic, juridical, symbolic, performative), but also regarding to the narrative structure often taken by the cartularies, which provides them as a cultural product. They really were a sort of memory books, of political recollections – even though per fragmenta, produced through an accurate selection of documents – of the “gentiluomini di Lombardia” (as Machiavelli called the rural nobility) whom were alien different ways of codification of the story of the family (such as the more famous “libri di famiglia”, so widespread in Tuscany).

Keywords: Medieval history, 14th-15th century, Lombardy, political institutions, nobility, memory, charters.

 

© 2008 - Andrea Gamberini per "Reti Medievali"


Citabile come Andrea Gamberini, La memoria dei gentiluomini. I cartulari di lignaggio alla fine del Medioevo, "Reti Medievali - Rivista", IX, 2008, url: <http://www.retimedievali.it>.

 

©   2000
Reti Medievali

UP