Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE

 

VII - 2006 / 1 - gennaio-giugno

Saggi


Vito Loré

La Trinità di Cava nel 1111. Soluzione di conflitti e definizione di un confine

Abstract

All’inizio del secolo XII i duchi di Puglia e i signori di Nocera nel giro di pochi anni posero fine a un periodo tumultuoso e ridisegnarono l’assetto dei poteri nell’area a Nord di Salerno. La Trinità di Cava fu il punto attorno al quale si cristallizzarono i nuovi equilibri. Confermando una già chiara vocazione a mediare nei conflitti fra i poteri laici, la Trinità orientò in proprio favore gli accordi fra le parti con l’esborso di grandi quantità di moneta. Ottenne così il possesso di un importante castello e di tutte le terre che i contendenti avevano all’interno di una vasta zona, delimitata in quell’occasione da un confine preciso. Lo spazio così creato, privo di difese militari nella sua parte settentrionale, non era però in quel momento un territorio signorile, né uno spazio immune; era piuttosto un’area di compensazione, che impediva il contatto fra le due potenze rivali. Soltanto diversi decenni dopo, quando l’area di Cava non era più posta alla frontiera fra domini diversi, la Trinità se ne appropriò, edificandovi nuove fortificazioni e volgendo la propria presenza in senso signorile.

At the beginning of the 12th century, in the course of a few years, the dukes of Puglia and the lords of Nocera put an end to a period of contrasts and redrew the map of powers in the area North of Salerno. The Trinità di Cava became the core of this new balance. Confirming its already evident inclination to act as a mediator in the conflicts between secular powers, the Trinità directed the agreements between the parts to its advantage through the payment of large amounts of money. Thus, it came into possession of an important castle and of the whole of the land of the involved parties inside a large area, delimited on in this occasion by neat boundaries. However, such area, lacking military defences in its Northern part, at the time was neither a territory subjected to a lordship nor a free space; it was, rather, a compensation area, avoiding contacts between the two rival powers. Only several decades later, when the Cava area was no more a borderland between different rules, the Trinità got hold of it and built up new fortifications, thus giving its presence in the area a lordship character.

©  Vito Loré per "Reti Medievali"


Download del testo (PDF per Acrobat Reader -  142  KB)

Citabile come Vito Loré, La Trinità di Cava nel 1111. Soluzione di conflitti e definizione di un confine,  in Distinguere, separare, condividere. Confini nelle campagne dell’Italia medievale, a cura di Paola Guglielmotti, "Reti Medievali - Rivista", VII, 2006, 1, url: <www.retimedievali.it>.

©   2000
Reti Medievali

UP