Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE

 

VII - 2006 / 1 - gennaio-giugno

Saggi


Giuseppe Albertoni

Inter duos fluvios: il praedium Ueldes e le origini della signoria territoriale dei vescovi di Bressanone a Bled, nella marca Creina

Abstract

A partire dall’etŕ ottoniana, alcune sedi vescovili del regno teutonico ottennero importanti beni fondiari e diritti signorili in Carniola, nelle Alpi orientali, al fine di garantire un controllo imperiale, sia pur indiretto, sulle regioni poste ad terminos Sclavorum.  In questo contesto Albuin, vescovo di Sabiona-Bressanone, nel 1004 ottenne dall’imperatore Enrico II il praedium Ueldes, presso l’odierna cittŕ slovena di Bled, attorno al quale nel corso del secolo XI i vescovi di Bressanone acquisirono in modo mirato beni e diritti, come il banno di caccia, in una sorta di work in progress che permise loro la costruzione di una signoria bannale gradualmente sempre piů compatta e meglio definita, che aveva il suo fulcro nel castellum di Bled ed era nettamente delimitata verso nord-est e sud-est dal corso dei due rami del fiume Sava e dal torrente Tržiška Bistrica, mentre verso ovest era racchiusa in modo meno definito dalle Alpi Giulie. Questi confini, con qualche marginale aggiustamento, circoscrissero la signoria brissinese di Bled sino all’etŕ napoleonica, quando gran parte delle proprietŕ della Chiesa di Bressanone fu secolarizzata.

Dating from the Ottonian age, some bishoprics in the German kingdom were given large land estates and lordship rights in Carniola, a territory in the Eastern Alps, with the aim of granting imperial control, even if indirectly, on the areas ad terminos Sclavorum. In this contest Albuin, the bishop of Sabiona-Brixen, obtained in 1004 by Emperor Henry II the praedium Ueldes, near the present Slovenian town of Bled. Around this praedium during the 11th century the bishops of Brixen acquired selected goods and rights, such as the hunting bannum, in a sort of work in progress allowing them the building up of a bannum lordship that became more and more compact and defined. It had its centre in the castellum of Bled and had neat North and West boundaries: its North-Eastern and South-Eastern limits were the two branches of the river Sava and of the torrent Tržiška Bistrica, while on the Western side less neat limits were the Julian Alps. The boundaries of the Brixen lordship of Bled remained more or less the same till the Napoleonic age, when most of the estates of Brixen Church became state properties.

 

©  Giuseppe Albertoni per "Reti Medievali"


Download del testo (PDF per Acrobat Reader -  467  KB)

Citabile come Giuseppe Albertoni, Inter duos fluvios: il praedium Ueldes e le origini della signoria territoriale dei vescovi di Bressanone a Bled, nella marca Creina,  in Distinguere, separare, condividere. Confini nelle campagne dell’Italia medievale, a cura di Paola Guglielmotti, "Reti Medievali - Rivista", VII, 2006, 1, url: <www.retimedievali.it>.

©   2000
Reti Medievali

UP