Home.

Rivista

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
2010: 1 / 2
2009
2008
2007
2006: 1 / 2
2005: 1 / 2
2004: 1 / 2
2003: 1 / 2
2002: 1 / 2
2001: 1 / 2
2000
 
RICERCA
 
INDICE
PRESENTAZIONE
germania.gif (70 byte) lang_eng.gif (1006 byte) lang_spa.gif (904 byte) francia.gif (84 byte) italia.gif (84 byte)
Presentazione

Come per le altre sezioni di RM, tutti i testi destinati a RM Rivista, la cui Redazione coincide con la Redazione del sito, sono vagliati (peer-reviewed) da lettori individuati nell’ambito dei Corrispondenti (Corrispondenti), di un Referee board indipendente (Referee board) o di altri competenti ancora: ciascun testo, dopo essere stato reso anonimo, è sottoposto a un vaglio critico da parte di due o più referees che resteranno anonimi per l’autore e sconosciuti agli altri referees scelti per quel testo. Sono attualmente coordinatori, dopo Andrea Zorzi (200o-2005), nell’ambito di un avvicendamento interno alla Redazione, Paola Guglielmotti e Gian Maria Varanini (dal 2005). Il Direttore responsabile di Rivista, così come di tutta RM, è Andrea Zorzi.


La denominazione RM Rivista richiama solo per analogia il tradizionale strumento di comunicazione della produzione scientifica. Essa non imita né traduce in termini telematici la struttura dei periodici a stampa, ma è uno strumento specificamente pensato per valorizzare alcune caratteristiche delle nuove tecnologie di comunicazione: nell’ambito di una relativa economicità di produzione e di distribuzione, la facilità di accesso e l’ubiquità della diffusione si prestano a favorire la tempestività di aggiornamento, la flessibilità di formato, l’ipertestualità di linguaggio, la multimedialità di edizione, l’interattività di fruizione e l'agevole riproducibilità.

Organizzata dal 2007 come contenitore annuale (dopo essere stata pubblicata a cadenza semestrale dal 2000), RM Rivista si articola in varie "rubriche:

    Interventi: brevi saggi critici o testi che pongono un problema storiografico, di ricerca, o prendono le mosse da un’opera recente, o pongono problemi di politica culturale ed editoriale, e sono finalizzati alla discussione scientifica aperta a ulteriori contributi dei lettori in eventuali "forum". La rubrica inoltre intende recuperare e rendere pubblici tempestivamente testi e materiali generati da seminari e workshop per evitare la dispersione dei frutti di riflessioni e ricerche di prima mano.
    Saggi: testi di ricerca e di bilancio di tipo tradizionale che costituiscono un patrimonio originale di RM.
    Materiali: rassegne bibliografiche o documentarie, presentazioni di lavori in corso o di riflessioni compiute nel corso della ricerca. Accanto a questi materiali, che RM rende possibile diffondere con tempestività, si intende raccogliere e recuperare quel patrimonio di idee e di spunti elaborati nelle fasi preparatorie di progetti, incontri, pubblicazioni, che spesso va perduto perché poi rielaborato o considerato residuale e che merita invece di circolare proprio per il suo carattere di "opera aperta".
    Archivi: corpi organici di testi documentari o di dati da essi ricavati, strutturati in archivi specializzati, generati da ricerche compiute o in corso. Più che all'accumulo di fonti, la rubrica mira a proporre e sperimentare nuove forme di presentazione delle ricerche condotte su grandi complessi documentari.
    Ipertesti: è la rubrica più legata alle potenzialità innovative dei nuovi mezzi di comunicazione; contiene analisi ipertestuali di fonti, di testi, nuove forme di presentazione di complessi documentari o esperimenti di costruzione di ipertesti su argomenti medievistici e intende contribuire a esemplificare le trasformazioni che i nuovi strumenti possono indurre nel linguaggio della ricerca. Una parte della sezione potrà contenere riflessioni sulle nuove forme di testualità.
    Atti: la rubrica è stata chiusa in fase di riorganizzazione del sito: i suoi contenuti sono stati trasferiti in E-book per quanto riguarda i due Quaderni che raccolgono atti di convegni.
    Interviste: la rubrica, avviata nel 2008, pubblica colloqui avvenuti con medievisti italiani e stranieri.
    Recensioni: il moltiplicarsi di siti web e di pubblicazioni digitali di argomento medievistico di varia natura e livello rende necessario in maniera crescente affrontare il problema della segnalazione e della valutazione critica di singoli siti o di gruppi di pagine web dedicate agli studi medievali e alle applicazioni delle nuove tecnologie alle discipline umanistiche.
    Bibliografie: ppubblica raccolte di indicazioni bibliografiche, organizzate per temi specifici, che possono avere carattere di bilancio o di aggiornamento in progress e che rispecchiano i percorsi della ricerca di specialisti di diversi ambiti tematici.
    Schedario: la rubrica è adesso limitata agli aggiornamenti relativi alle tesi di dottorato (fornendo abstract, indice e nota biografica dell’autore) e alle risorse digitali, mentre è stata chiusa in fase di riorganizzazione del sito (2006) per quanto riguarda libri, riviste e vetrine editoriali.

A differenza delle riviste cartacee, RM Rivista non pubblica resoconti di convegni, che possono essere  reperibili nella sezione Calendario del sito (Calendario), sotto le rispettive segnalazioni dei convegni

©   2000
Reti Medievali

UP