Home.

Redazione

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
INDICE

 

Donata De Grassi

Dipartimento di Storia e Storia dell'Arte
Via Economo 12/3 - 34123 Trieste
tel. +39 040 558 7514
fax +39 040 558 7508 oppure 040 310304
e-mail: degrassi@units.it

Donata Degrassi (Isola d'Istria 1953) si è laureata in Storia medievale presso l'Università di Trieste. Ricercatrice di Storia medievale dal 1984, presso la stessa Università, ha insegnato successivamente Storia economica medievale, Storia economica e sociale del medioevo e Istituzioni medievali. Dal 2001 è professore associato e insegna Storia economica e sociale del medioevo. Rivolge attenzione anche alla divulgazione della ricerca storica e alla didattica per le scuole, tenendo corsi presso la SSISS.

Le sue ricerche sono orientate verso il periodo tardo medievale con particolare attenzione alle problematiche socio-economiche, al rapporto tra comunità umane e territorio, alla dialettica tra istituzioni e società. Principali ambiti di ricerca:

1. economia e società nel Friuli tardomedievale (patriarcato di Aquileia)

2. contatti e interazioni tra aree con caratteristiche diverse quanto a identità etnico-linguistica, modelli culturali, economia, strutture sociali e istituzionali

3. gli artigiani: conoscenze tecniche, modalità di produzione, strutture associative, collocazione sociale

4. storia degli insediamenti e dinamiche del territorio

5. guerra e società


Principali pubblicazioni (per gruppi tematici):

1. L 'economia del tardo medioevo , in P. Cammarosano - F. De Vitt - D.Degrassi, Storia della società friulana , I, Il medioevo , a c. di P. Cammarosano, Udine, 1988, pp. 269-435; Cormons nel medioevo, Monfalcone, 1996; I rapporti tra compagnie bancarie toscane e patriarchi d'Aquileia (metà XIII-metà XIV secolo) , in I toscani in Friuli , a c. di A. Malcangi, Firenze, 1992, pp. 169-199; Il Friuli tra continuità e cambiamento: aspetti economico-sociali e istituzionali , in Italia 1350-1450: tra crisi, trasformazione, sviluppo , Atti del 13° Convegno Internazionale di studio del Centro italiano di studi di storia e d'arte, Pistoia, 1993, pp. 273-300; Mutamenti istituzionali e riforma della legislazione: il Friuli dal dominio patriarchino a quello veneziano (XIV-XV secolo) , in “Clio”, XXXVI (2000), n. 3, pp. 419-441; I beni fondiari degli ordini monastici e la loro gestione (secoli XIII-XIV) , in Il monachesimo benedettino in Friuli in età patriarcale , a c. di C. Scalon, Udine, 2002, pp. 107-140.

2. Frontiere, confini e interazioni transconfinarie nel medioevo: alcuni esempi nell'area nordorientale d'Italia , in “Archivio storico italiano”, CLX (2002), pp. 195-220; Trasformazioni e mutamenti alle soglie del Duecento nella percezione di Thomasin von Zirklaere, in “Memorie Storiche Forogiuliesi”, LXXIX (1999), pp. 157-173; Uso del denaro e circolazione monetaria in Friuli e nel Litorale alto-adriatico tra la metà del XII e la metà del XIII secolo , in Die Friesacher Münze in Alpen-Adria Raum , Graz, 1996, pp. 313-338; Potere pubblico ed edilizia nella Terraferma veneziana (secolo XV) , in Pouvoir et édilité. Les grands chantiers dans l'Italie communale et seigneuriale , a c. di Elisabeth Crouzet-Pavan, Roma, 2003, pp. 157-180; Attraversando le Alpi orientali: collegamenti stradali, traffici e poteri territoriali (IX-XIII secolo) , in Le Alpi medievali nello sviluppo delle regioni contermini , a c. di G.M. Varanini, Napoli, 2004, pp. 123-147.

3. L 'economia artigiana nell'Italia medievale , Roma, 1996; Contratti di apprendistato nel Friuli tardo medievale (sec. XIV-prima metà XV) , in "Metodi e Ricerche", n.s., XIII, 1-2 (1994), pp. 31-46; Organizzazioni di mestiere e istituzioni di potere alla fine del medioevo nell'Italia centro- settentrionale , in Le regole dei mestieri e delle professioni . Secoli XV-XIX , a c. di M. Meriggi e A. Pastore, Milano, 2000, pp. 17-35; Gli artigiani , in Ceti, modelli, comportamenti nella società medievale (secc. XIII-metà XIV ), Atti del 17° Convegno internazionale di studi del Centro italiano di studi di storia ed arte, Pistoia 2001, pp. 147-173; Le organizzazioni dei pescatori , in Pesca e pescatori dal tardo medioevo alla prima età moderna , a c. di D. Balestracci e P. Pasini, Milano, 2001, pp. 53-71; Il calendario, luogo d'incontro tra tempo liturgico e tempo del lavoro , in Salterio di Santa Elisabetta. Facsimile del ms. CXXXVII del Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli , Ministero per i beni e le attività culturali – Soprintendenza regionale per i beni e le attività culturali, 2002, pp. 175-186; La trasmissione dei saperi: le botteghe artigiane , in La trasmissione dei saperi nel Medioevo (secoli XII-XV), Atti del 19° Convegno Internazionale di studi del Centro Italiano di Studi di Storia e d'Arte, Pistoia 16-19 maggio 2003, (in stampa).

4. L'organizzazione militare del Patriarcato di Aquileia nel Due e Trecento , in Il Patriarcato di Aquileia. Uno stato nell'Europa medievale , Udine, 1999, pp. 281-296; Guerra e società nel medioevo: spunti e riflessioni , in Studi in onore di Giovanni Miccoli , a c. di L. Ferrari, Trieste, 2004, pp. 65-76 .

5. Storie di case, castelli, città nel Friuli – Venezia Giulia. Luoghi storici e dinamiche del territorio , Gorizia, 2002; Le strade di Aquileia , Gorizia, 2000; Centri di fondazione nell'Italia del nord-est , in Semifonte in Val d'Elsa e i centri di nuova fondazione dell'Italia medievale , a c. di P. Pirillo, Firenze, 2004, pp. 21-37.

(febbraio 2005)

 

©   2000-2008
Reti Medievali

Ultima modifica: 24/02/05

UP