Home.

Redazione

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
INDICE

 

Caterina Bruschi

School of History and Cultures
University of Birmingham
Edgbaston – Birmingham UK - B15 2TT
tel. +44 121 4145754
fax +44 121 4143656
E-mail: C.Bruschi@bham.ac.uk
URL: http://www.historycultures.bham.ac.uk/staff/bruschi.shtml

Caterina Bruschi (Parma, 1968) è Lecturer in Medieval History presso l’Università di Birmingham (UK) dal 2000. Precedentemente ha lavorato come Research Fellow in progetti di ricerca presso l’università di York (UK) (1998-2000), in collaborazione con il prof. Peter Biller. Ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Filologia Romanza e Cultura Medievale presso l’Università degli Studi di Bologna, sotto la guida del prof. Lorenzo Paolini. Sempre a Bologna ha conseguito la Laurea in Lettere Classiche nel 1993. Ha collaborato con varie istituzioni, sia in Italia sia all’estero, tra i quali Brown University (Providence, RI – USA), Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, Centro Interuniversitario di Studi Francescani, École Française de Rome, Archivio di Stato di Modena.

Gli ambiti di ricerca prediletti sono la storia del non-conformismo religioso, l’agiografia e il culto della memoria, problematiche di analisi testuale delle fonti medievali, la storia dell’Inquisizione, lo sviluppo degli ordini religiosi nelle città padane del basso medioevo, il viaggio nel medioevo, e il problema delle dinamiche di percezione delle situazioni di estremo stress attraverso le fonti giuridiche e narrative medievali. Le competenze storiche e filologiche accumulate attraverso il suo cammino accademico hanno animato questi interessi e reso possibile l’attività di ricerca a essi connessa. Recentemente si sta interessando da un lato alla contaminazione degli ambiti letterari nella creazione degli stereotipi, e dall’altro a problematiche di analisi delle emozioni e della percezione durante il secondo conflitto mondiale. Crede nella possibilità di fare storia in modo interdisciplinare e interperiodico, nell’apporto di discipline sociali e scientifiche alla ricerca storica, ma anche – e fermamente – nella ‘disciplinarietà’ della storia, e nell’approccio rigoroso alle fonti primarie .

Principali pubblicazioni: Salvo Burci, Liber Suprastella, edizione critica, Roma 2002; Texts and the Repression of Medieval Heresy, a cura di C. Bruschi e P. Biller, York 2002 (York Studies in Medieval Theology, 4); The Wandering Heretics of Languedoc, Cambridge 2009; Decostruzione testuale nel consilium agli inquisitori di Carcassonne del 1330 (Doat 32), in Ovidio Capitani: quaranta anni per la storia medioevale, a cura di M.C. De Matteis, Bologna 2003, II, pp. 137-150; Detur ergo Sathane’: il tema della ‘vindicta’, originalità del ‘Liber Suprastella’ di Salvo Burci, in «Mélanges de l’École Française de Rome», 112 (2000), 1, pp. 149-182; La memoria dall'eresia alla riammissione. Le cronache quattrocentesche degli Umiliati, in «Mélanges de l'École française de Rome. Moyen Âge», 115 (2003), 1, pp. 325-340; Inquisizione francescana in Toscana fino al pontificato di Giovanni XXII, in Frati minori e inquisizione, Atti del XXXIII Convegno internazionale (Assisi, 6-8 Ottobre 2005), Spoleto 2006, pp. 287-324; Inquisitors and Heretics in Thirteenth-Century Languedoc: Edition and Translation of Toulouse Inquisition Depositions 1273-1280, a cura di P. Biller, C. Bruschi, S. Sneddon, in corso di stampa.

(novembre 2009)

  2000-2008
Reti Medievali

Ultima modifica: 25/11/09

UP