Home.

Biblioteca

spaceleft Mappa Biblioteca Calendario Didattica E-Book Memoria Repertorio Rivista spaceright
SCAFFALE
TESTI NEL WEB
BIBLIOGRAFIE
RICERCA
INDICE

Scaffale

Renato Bordone

Bibliografia degli scritti (1972-2010)

  • Sono indicati i testi scaricabili da Reti Medievali, e segnalati anche altri testi eventualmente presenti nel web.
  • L'aristocrazia militare del territorio di Asti: i signori di Gorzano, in "Bollettino storico bibliografico subalpino",  LIX (1971), pp. 357-447; LXX (1972), pp. 489-543.
  • Un'attiva minoranza etnica: gli Alamanni del comitato di Asti, in "Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Bibliotheken", LIV (1974), pp. 1-57.
  • Una valle di transito nel gioco politico dell'età sveva. Le trasformazioni del potere e dell'insediamento nel comitato di Serralonga, in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXIII (1975), pp. 109-179.
  • Società e potere in Asti e nel suo comitato fino al declino dell'autorità regia,  in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXIII (1975), pp. 357-349.
  • Per una'archeologia medievale in Piemonte: un insediamento bassomedievale a Piea (Asti), in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXIII (1975), pp. 223-234.
  • Paesaggio, possesso e incastellamento nel territorio di Asti fra X e XI secolo,  in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXIV (1976), pp. 457-525.
  • L'"erudito avvocato" De Canis e la sua opera innovatrice: un contributo del primo Ottocento al progresso degli studi sul medioevo astigiano, in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXIV (1976), pp. 239-309.
  • Lo storico G.S. De Canis e la sua "Descrizione statistica della provincia di Asti, Asti, Cassa di Risparmio di Asti,  1976.
  • Andar per castelli. Da Asti tutto intorno,  Torino, Milvia, 1976.
  • La città e il suo "districtus" dall'egemonia vescovile alla formazione del comune di Asti,  in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXV (1977), pp. 535-625.
  • Proposta per una lettura della "Corografia astigiana" dell'avv. G.S.De Canis,  Asti, Cassa di Risparmio di Asti, 1977.
  • Una metodologia per le storie locali, in Atti del I convegno sul Canavese, Ivrea, 1979, pp. 97-100.
  • La genesi della classe politica del comune di Asti,  in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXVII (1979), pp. 33-151.
  • Lo sviluppo delle relazioni personali nell'aristocrazia rurale del Regno Italico, in Structures féodales et féodalisme dans l'Occident mediterranéen (Xe-XIIe siécles). Atti del Colloquio intern. dell'Ecole Française di Roma (10-13 ottobre 1978), Roma, Ecole Française, 1980, pp. 241-249.
  • Assestamenti del territorio suburbano: le "diminutiones villarum veterum" del comune di Asti,  in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXVIII (1980), pp. 127-177.
  • Città e territorio nell'alto medioevo. La società astigiana dal dominio dei Franchi all'affermazione comunale,  Torino, Deputazione subalpina di storia patria, 1980 (Biblioteca storica subalpina, CC).
  • Spunti archeologici nelle descrizioni erudite fra Sette e Ottocento, in Medioevo rurale. Sulle tracce della civiltà contadina,  a cura di V. Fumagalli, Bologna, Il Mulino, 1980, pp. 139-154.
  • Lo sviluppo delle relazioni personali nel territorio del comitato di Bredulo: "domini, milites, pagenses", in “Bollettino della Società per gli studi storici, architettonici e artistici della provincia di Cuneo”(= Atti del Convegno "Agricoltura e mondo rurale nella storia della provincia di Cuneo", Fossano 23-24 maggio 1981), 1981, pp. 315-323.
  • Tema cittadino e "ritorno alla terra" nella storiografia comunale recente, in "Quaderni storici", XVIII (1982), 52, pp. 255-277.
  • Medioevo americano. Modelli iconografici e modelli mentali, in “Quaderni medievali”, 13 (1982), pp. 130-150.
  • Introduzione a Torino nel basso medioevo: castello, uomini, oggetti, a cura di R. Bordone  e  S. Pettenati, Torino, Musei civici di Torino, 1982.
  • Il "famosissimo marchese Bonifacio". Spunti per una storia delle origini degli Aleramici detti del Vasto, in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXXV (1983), pp. 587-602.
  • La società urbana nell'Italia comunale,  Torino, Loescher, 1984 (ried. 1998) e in “Reti medievali, Didattica: http://fermi.univr.it/rm/didattica/fonti/bordone/prefazione.htm.
  • Medioevo all'inglese. L'esperienza pre-raffaellita tra neogotico e art nouveau, in "Quaderni Medievali", 18 (1984), pp. 82-112.
  • "Già parrocchiale, ora campestre e minacciante rovina..." Tracce romaniche per una storia del popolamento dell'Astigiano medievale, ne Le chiese romaniche delle campagna astigiane. Un repertorio per la loro conoscenza, conservazione, Tutela, a cura di L. Pittarello, Asti , Provincia, 1984, pp. 7-11.
  • Un problema di memoria collettiva, ne "Il Platano", IX (1984), pp.228-233.
  • "Civitas nobilis et antiqua". Per una storia  delle origini del movimento comunale in Piemonte, in Piemonte medievale, forme del potere e della società. Studi per Giovanni Tabacco,  Torino, Einaudi, 1985, pp. 29-61.
  • La "convenientia" tra Novi, Genova e Pavia del 1135 alla luce dei più recenti orientamenti di storia comunale. Alcune considerazioni preliminari, in "In novitate", I (1985), pp. 2-6.
  • Medioevo illustrato. Carlo Nicco e il revival medievale torinese, in "Quaderni medievali, 20 (1985), pp. 150-190.
  • Nascita e sviluppo delle autonomie cittadine, ne La Storia, II, Il Medioevo,  a cura di N. Tranfaglia e M. Firpo, Torino, UTET, 1986, pp. 427-460.
  • La riscoperta di una scoperta. Vent'anni di storiografia subalpina sul revival neomedievale ottocentesco, in "Bollettino storico bibliografico subalpino", LXXXIV (1986), pp. 559-568.
  • Storia urbana e città medievale: prospettive di ricerca, ne La storiografia contemporanea. Indirizzi e problemi, a cura di P. Rossi, Milano,  Il Saggiatore, 1987, pp. 303-321.
  • I comuni italiani nella I Lega Lombarda: confronto di modelli istituzionali in un'esperienza politico-diplomatica, in Kommunale Bündnisse Oberitaliens und Oberdeutschlands im Vergleich (Atti dell'incontro di Reichenau, 11-14 ottobre 1983), Sigmaringen, Thorbecke, 1987, pp. 45-61.
  • Il controllo imperiale del castello di Gavi, ne Il Barbarossa e i suoi alleati liguri-piemontesi  (Atti del convegno di Gavi, 8 dicembre 1985), Gavi 1987, pp.29-40 (rist. anche in Luoghi di strada nel medioevo fra il Po, il mare e le Alpi occidentali, a cura di G. Sergi, Torino 1996, pp.93-102).
  • La città comunale, in Modelli di città. Strutture e funzioni politiche, a cura di P. Rossi, Torino, Einaudi, 1987, pp. 347-370. - (Download)
  • La società cittadina del Regno d'Italia. Formazione e sviluppo delle caratteristiche urbane nei secoli XI e XII,  Torino, Deputazione sub. di storia patria, 1987.
  • L'aristocrazia: ricambi e convergenze ai vertici della scala sociale, ne La Storia, I, Il Medioevo, a cura di N. Tranfaglia e M. Firpo, Torino, UTET, 1987, pp. 145-175.
  • Introduzione, ne L'evoluzione delle città italiane nell'XI secolo (Atti della Sett. di studi di Trento, 8-12 settembre 1986), a cura di J.Jarnut e R.Bordone, Bologna, Il Mulino, 1988, pp. 15-24.
  • Memoria del tempo negli abitanti dei comuni italiani all'età del Barbarossa, ne Il tempo vissuto: percezione, impiego, rappresentazione (Atti del seminario di Gargnano, 9-11 settembre 1985), Milano, Cappelli, 1988, pp. 47-62.
  • Equilibri politici e interessi familiari nello sviluppo dei monasteri urbani del Piemonte, in Dal Piemonte all'Europa. Esperienze monastiche nelle società medievali (Atti del Congresso storico subalpino, Torino 27-29 maggio 1985), Torino, Dep. subalp. di stori patria, 1988, pp. 229-248.
  • Le élites cittadine nell'Italia comunale, in "Mélanges de l'Ecole française de Rome", 100 (1988), pp. 47-53.
  • Le città italiane e l'impero nell'XI secolo. Spunti per una riflessione, in Cultura e società nell'Italia medievale. Studi per Paolo Brezzi,  Roma 1988, pp. 131-147.
  • Affermazione personale e sviluppi dinastici del gruppo parentale aleramico: il marchese Bonifacio "del Vasto", in Formazione e strutture dei ceti dominanti nel medioevo (Atti del I convegno di Pisa: 10-11 maggio 1983), Roma 1988, pp. 29-44.
  • Il castello di Belotto: processi di trasformazione del territorio del comune di Asti nel basso medioevo, in "Rivista di storia arte archeologia per le prov. di Alessandria e Asti", XCVI-XCVII (1988), pp. 47-89.
  • L'istituzione del Comune, in Civiltà di Lombardia. La Lombardia dei Comuni, Milano, Electa, 1988, pp. 7-32.
  • Fonti relative alle fabbriche medievali: riferimenti e metodologia di analisi, ne Il restauro architettonico per le grandi fabbriche, a cura di C. Bartolozzi e M.G. Cerri, Torino 1989, pp. 91-98.
  • Asti capitale provinciale e il retaggio di uno "stato" medievale, in "Società e storia", 12 (1989), 44, pp. 283-302.
  • Medievismo romantico e neomedievismo nell'immaginario moderno e contemporaneo: il castello da Walpole a Hearst, ne Il medioevo: specchio ed alibi, a cura di E. Menestò, Ascoli Piceno 1989, pp. 81-104.
  • La figura di Niccola Gabiani nel contesto culturale e amministrativo della città, in Fascismo di provincia: il caso di Asti. Atti del Convegno storico (Asti 18-19 novembre 1988), Cuneo 1990, pp. 131-143.
  • Prospettive di ricerca e di metodo per una storia del territorio, in "Alba Pompeia", XI (1990), pp. 65-68.
  • L'amministrazione del regno d'Italia, in "Bullettino dell'Istituto Storico Italiano per il Medio Evo", 96 (1990), pp. 133-156.
  • La città nel X secolo ne Il secolo di ferro: mito e realtà del secolo X  (Settimane di studio del Centro italiani di studi sull'alto medioevo, XXXVIII), Spoleto, CISAM, 1991, pp. 517-563.
  • La codificazione dell'eclettismo alla fine dell'Ottocento, in Milano fin de siècle e il caso Bagatti Valsecchi. Memoria e progetto per la metropoli italiana, a cura di R. Pavoni e C. Mozzarelli, Milano, Guerini, 1991, pp. 191-199.
  • Le aristocrazie militari e politiche tra Piemonte e Lombardia nella letteratura  storica recente sul Medioevo, ne Lo spazio alpino: area di civiltà, regione cerniera, a cura di G. Coppola e P. Schiera, Napoli, Liguori-GISEM, 1991, pp. 114-131.
  • Il passato storico come tempo mitico nel mondo cittadino italiano del medioevo, in "Società e Storia", 14 (1991), 51, pp. 1-22.
  • Medioevo alla sabauda. Carlo Alberto e il sogno del Medioevo, in "Quaderni medievali", 33 (1992), pp. 78-96.
  • Castelli e pennoni nelle miniature del "Codex Astensis": alla ricerca di un sistema iconografico medievale, in Bianca Lancia d'Agliano fra il Piemonte e il Regno di Sicilia. Atti del convegno (Asti-Agliano, 28/29 aprile 1990), a cura di R. Bordone, Alessandria, Ed. dell'Orso, 1992, pp. 235-242.
  • L'influenza culturale e istituzionale nel regno d'Italia, in Friedrich Barbarossa. Handlungsspielräume und Wirkungsweisen des staufischen Kaisers, Sigmaringen  1992, pp. 147-168.
  • L'immaginario neomedievale nelle vedute dell'«Album delle Castella« di Enrico Gonin, in Architettura castellana: storia, tutela, riuso. Atti delle giornate di studio, Carrù 31 maggio-1 giugno 1991, Carrù 1992, pp. 97-103.
  • Il tramonto comunale in Piemonte nella testimonianza dei cronisti astigiani, in "Società e Storia", 15 (1992), 55, pp. 1-27.
  • Influssi culturali nelle relazioni economiche fra i comuni dell'Italia settentrionale e la Francia del Nord, in "50, Rue de  Varenne" (suppl. franc. a "Nuovi Argomenti"), settembre 1992, pp. 150-158.
  • Progetti nobiliari del ceto dirigente del comune di Asti al tramonto, in "Bollettino storico bibliografico subalpino", XC (1992), pp. 437-494 (rist. anche in Progetti e dinamiche nella società comunale italiana, a cura di R. Bordone e G. Sergi, Napoli, Ligori-GISEM, 1995, pp. 279-326).
  • Un tentativo di "principato ecclesiastico" fra Tanaro e Stura. Le trasformazioni bassomedievali del comitato di Bredulo, ne Le strutture del territorio fra Piemonte e Liguria dal X al XVIII secolo, Cuneo 1992, pp. 121-140.
  • Il "gabinetto gotico" di Palazzo de Larderel: un episodio della storia del gusto , in Palazzo de Larderel a Livorno, Milano 1993, pp. 187-199.
  • Lo specchio di Shalott. L'invenzione del medioevo nella cultura dell'Ottocento, Napoli, Liguori,  1993.
  • (con L. CASTELLANI), "Migrazioni" di uomini d'affari nella seconda metà del Duecento. Il caso dei Lombardi di Asti, in   Demografia e società nell'Italia medievale (sec. IX-XIV). Atti del Convegno, Cuneo-Carrù, 28/30 aprile 1994, a cura di R. Comba e I. Naso, Cuneo 1994, pp. 455-473.
  • L'uomo del banco dei pegni. "Lombardi" e mercato del denaro nell'Europa medievale, Torino, Scriptorium, 1994 (ried. Asti, Centro studi sui Lombardi, 2003).
  • I "lombardi" in Europa. Primi risultati e prospettive di ricerca, in "Società e storia", 17 (1994), 63, pp. 1-17.
  • I Lombardi nelle città europee, in Spazio urbano e organizzazione economica nell'Europa medievale (Atti della Session C23 dell'XI International Economic History Congress, Milano 12-16 settembre 1994),  Napoli 1994, pp. 81-97.
  • "Young" Carlo Magno. Una nuova immagine del Medioevo?, in "Quaderni medievali", 38 (1994), pp. 141-150.
  • Castelli e fate nell'illustrazione italiana del primo novecento. Analisi di un repertorio iconografico, in Tra fate e folletti. Il liberty nell'editoria per l'infanzia 1898-1915, Torino  1994, pp. 48-57.
  • Templarismo sette-ottocento in Italia (con particolatre riferimento al Piemonte), ne I Templari in Piemonte dalla storia al mito, Atti della giornata di studio, Torino 20 settembre 1994, Torino, Regione Piemonte, 1995, pp. 71-83.
  • Una famiglia di Lombardi nella Germania renana alla seconda metà del Trecento: gli Asinari di Asti, in Hochfinanz im Westen des Reiches, her. von F. Burgard, A. Haverkamp, F. Irsigler, W. Reichert, Trier 1996, pp. 17-48  (anche  in "Rivista di storia arte e archeologia per le province di Alessandria e Asti, CV (1996), pp. 21-54).
  • La leggenda della Bell'Alda, ne La Sacra di S.Michele simbolo del Piemonte europeo, Atti del IV Convegno Sacrense, 26-27 maggio 1995, Torino 1996, pp. 131-147.
  • Lo studioso, in  Niccola Gabiani storiografo di Asti,  a cura di R.Bordone, Asti, Biblioteca Astense, 1996, pp. 11-30.
  • I visconti cittadini in età comunale,  in Formazione e strutture dei ceti dominanti nel medioevo: marchesi conti e visconti nel Regno italico (secc. IX-XII). Atti del secondo convegno di Pisa: 3-4 dicembre 1993, Roma 1996 (Nuovi studi storici, 39), pp. 376-403.
  • Vescovi giudici e critici della giustizia: Attone di Vercelli, ne La giustizia nell'alto medioevo (secoli IX-XI), XLIV Settimana di Studio del CISAM, Spoleto, CISAM, 1997, I, pp. 457-490.
  • Caratteri della società urbana fra XI e XII secolo, in Storia di Torino, I, Dalla preistoria al comune medievale, a cura di G. Sergi, Torino, Einaudi, 1997, pp. 465-498.
  • Il movimento comunale: le istituzioni cittadine e la composizione sociale durante il XII secolo, in Storia di Torino, ibidem, pp. 609-656.
  • Vita economica del Duecento, ibidem, pp. 751-783.
  • Memoria del tempo e comportamento cittadino nel medioevo italiano, Torino, Scriptorium, 1997.
  • Magnati e popolani in area piemontese con particolare riguardo al caso di Asti, in Magnati e popolani nell'Italia comunale, Pistoia, 15-18 maggio 1995, Pistoia, Centro Italiano di studi di storia e d'Arte, 1997, pp. 397-419.
  • Origine e sviluppo del comune di Testona (1170-1230), ne Il rifugio del vescovo. Testona e Moncalieri nella diocesi medievale di Torino, a cura di G. Casiraghi, Torino, Scriptorium, 1997, pp. 89-115.
  • Ius primae noctis. Origine storica di un mito in ambito piemontese, in Maschere e corpi. Tempi e luoghi del carnevale, a cura di F.Castelli e P. Grimaldi, Roma, Meltemi, 1997, pp. 120-131.
  • Medioevo oggi, ne Lo spazio letterario del Medioevo. 1. Il Medioevo latino, IV, L'attualizzazione del testo, Roma, Salerno ed., 1997, pp. 261-297.
  • Origine del gusto medievale nell'architettura dei giardini, in Presenze medievali nell'architettura di età moderna e contemporanea, a cura di G. Simoncini, Milano, Guerini e ass., 1997, pp. 215-226.
  • (con E. DELLAPIANA), La Sacra di San Michele nella riscoperta ottocentesca del medioevo. Il progetto dinastico di Carlo Alberto, in "Bollettino storico bibliografico subalpino", XCV (1997), pp. 639-658.
  • Federico II e l'organizzazione territoriale in Piemonte,  in "Bollettino del Centro di Studi Storici Archeologici ed Artistici del Territorio di Moncalieri", XIV (1997), pp. 25-34.
  • Le origini dei comuni in Lombardia, in Comuni e signorie nell'Italia settentrionale: la Lombardia, Torino, UTET, 1998 (Storia d'Italia, VI), pp. 317-326.
  • La Lombardia nell'età di Federico I, ibidem, pp. 327-384.
  • Conclusioni, in Alpi gotiche. L'alta montagna sfondo del revival medievale, Atti delle giornate di studio, a cura di Cristina Natta-Soleri, Torino, Museo Nazionale della Montagna, 1998, pp. 181-18.
  • Fisionomia di un territorio medievale, in Tracce di un percorso medievale: chiese romaniche nella diocesi di Ivrea, a cura di R. Ientile, Torino, CELID, 1998, pp. 13-22.
  • La storiografia recente sui comuni italiani delle origini, in Die Frühgeschichte der europäischen Stadt im 11. Jahrhundert, her. von J. Jarnut - P. Johanek, Köln Weimar Wien, Böhlau Verlag, 1998, pp. 45-61.
  • Campane, trombe e carrocci nelle città del Regno d’Italia durante il medioevo. Il paesaggio sonoro delle città italiane medievali, in Information, Kommunikation und Selbstdarstellung in mittelalterlichen Gemeinden, her. von A. Haverkamp, München, Oldenburg, 1998, pp. 85-101.
  • Il medioevo nell'immaginario dell'Ottocento italiano, in Studi medievali e immagine del medioevo fra Ottocento e Novecento (= "Bullettino dell'Istituto storico italiano per il Medioevo", 100, 1997), pp. 109-149.
  • La dominazione francese di Asti. Istituzioni e società tra medioevo ed età moderna, in Gandolfino da Roreto e il Rinascimento nel Piemonte meridionale, a cura di G. Romano, Torino, CRT, 1998, pp. 15-45.
  • Potenza vescovile e organismo comunale a Ivrea e nella sua diocesi tra XI e XIII  secolo, in Storia della Chiesa di Ivrea dalle origini al XV secolo, a cura di G. Cracco, Roma, Viella, 1998, pp. 799-837.
  • Gusto neomedievale e invenzione del passato nella cultura del restauro ottocentesco, in Giovanni Secco Suardo. La cultura del restauro tra tutele e conservazione dell'opera d'arte. Suppl. al n. 98 (1998) del "Bollettino d'arte" del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, pp. 21-23.
  • Dal paesaggio al giardino, in E. ACCATI, R. BORDONE, M. DEVECCHI, Il giardino storico nell'Astigiano e nel Monferrato, Asti, Provincia di Asti,  1999, pp. 19-40.
  • I cavalieri di San Giovanni  ad Asti e nel Monferrato durante il medioevo, in Cavalieri di San Giovanni e territorio. La Liguria tra Provenza e Lombardia nei secoli XIII-XVII, Atti del Convegno Genova-Imperia-Cervo, 11-14 settembre 1997, a cura di J. Costa Restagno, Genova-Bordighera 1999, pp. 339-375.
  • Giardini astigiani fra Sette e Ottocento nell'opera di Giovanni Secondo De Canis, ne I giardini nelle parole e nelle immagini dei viaggiatori del passato: botanica e architettura, a cura di E. Accati - M. Devecchi, Torino, Scuola Spec. Parchi e giardini, 1999, pp. 25-29.
  • Il  medioevo ritrovato di Ottavio Baussano nel panorama dei "medievalismi" del Novecento, in  Medioevo ritrovato: Asti nell'opera di Ottavio Bausano, a cura di R.Bordone e D. Gnetti, Asti, Comune di Asti, 1999.
  • Un'importante fonte iconografica per la conoscenza del territorio astigiano: il cabreo del  1690-1692  del capitolo della cattedrale di Asti, ne “Il Platano” 1999, pp. 1-5.
  • Percorsi della storiografia astigiana dal Cinque al Settecento, in Atti del Convegno di studio sulla "Storia della Chiesa di Asti" di Gaspare Bosio nel centenario della pubblicazione (1894-1994), Asti, La Gazzetta d'Asti, 1999, pp. 35-44.
  • S. Spirito e S. Anna: due fondazioni cistercensi astigiane, ne Il monastero di Rifreddo e il monachesimo cistercense femminile nell'Italia occidentale (secoli XII-XIV), a cura di R. Comba, Cuneo, Società per gli studi storici, archeologici e artistici della provincia di Cuneo, 1999, pp. 157-163.
  • Alle origini di un mito folklorico. La Cronaca di Cuneo e il diritto di "cuissage" in Piemonte, in Storia di Cuneo e delle sue valli, II, Fra Asti e Milano. Origini e primi sviluppi di Cuneo comunale nel declino della potenza sveva 1198-1259, a cura di R. Comba, Cuneo 1999, pp. 65-90.
  • Attivita' economica e funzioni pubbliche del patriziato astigiano durante la dominazione orléanese, in Credito e società: le fonti, le tecniche e gli uomini secc. XIV-XVI, Atti del Convegno Internazionale Asti-Chambery, 24-27 settembre 1998, Asti, Centro Studi sui Lombardi, 2000, pp. 213-224.
  • (con B. GAROFANI), Les chroniqueurs italiens (XIe-XVe siècle), in Cultures italiennes (XIe-XVe siècle), ed. I. Heullant-Donat, Paris, Les éditions du cerf, 2000, pp. 167-191.
  • I  marchesi di Monferrato e i cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme  durante il XII secolo, ne Il Monferrato: crocevia politico, economico e culturale tra Mediterraneo e Europa. Atti del Convegno internazionale, Ponzone, 9-12 giugno 1998, a cura di G. Soldi Rondinini, Ponzone 2000, pp.73-87.
  • Architettura del desiderio: nobiltà  e cavalleria nei revival del castello medievale, in Dal castrum al ‘castello residenziale'. Il medioevo del reintegro o dell’invenzione. Atti delle giornate di studio, Torino 12-13 marzo 1999, a cura di M. Davico Viglino ed E. Dellapiana Tirelli, Torino, Celid, 2000, pp. 65-72.
  • San Pietro di Consavia  e il priorato di Lombardia nel medioevo, ne L’antico San Pietro in Asti. Storia, architettura, archeologia, a cura di R. Bordone, A. Crosetto, C. Tosco, Asti, Cassa di Risparmio di Asti, 2000, pp. 43-79.
  • Il Piemonte e l'Ordine di Malta: il Gran Priorato di Lombardia,  in Gentilhuomini Christiani e Religiosi Cavalieri. Nove secoli dell’Ordine di Malta in Piemonte, a cura di T. Ricardi di Netro-L.C. Gentile, Milano, Electa; 2000, pp. 13-14.
  • I cavalieri  giovanniti del priorato di Lombardia   fra Ordine e societa, in Un’area di strada: l’Emilia occidentale nel Medioevo, a cura di R. Greci, Bologna, CLUEB, 2000, pp. 61-72.
  • La Lombardia "a Papia superius" nell'organizzazione territoriale di  Federico II, in "Società e Storia", 23 (2000), 88, pp. 201-215.
  • (con P. GUGLIELMOTTI, M. VALLERANI) Definizione  del territorio  e reti di relazione nei comuni piemontesi nei secoli XII e XIII, in Städtelandschaft-Städtenetz-zentralörtliches Gefüge , Mainz 2000, pp. 191-232. - (Download)
  • Storiografia, genealogia e araldica. Usi e abusi, ne L’identità genealogica e araldica. Fonti, metodologie, interdisciplinarità, prospettive, Atti del XXIII Congresso internazionale di scienza genealogica e araldica (Torino 21-26 settembre 1998), Roma 2000, pp. 505-514.
  • La riscoperta del medioevo tra ideologia e gusto, ne L’architecture, les sciences et la culture de l’histoire au XIXe siècle, Sainte-Etienne, Publications de l’Université de Sainte-Etienne, 2001, pp. 65-71.
  • La lotta con l'impero e la preminenza regionale di Milano, in Storia della Lombardia, 2 – Dal Tardo Impero romano al 1350, a cura di L. Antonielli-G.Chittolini, Bari, Laterza, 2001, pp. 66-87.
  • La prevostura di Corveglia, ne La prevostura di Corveglia. Passato e futuro di un monumento astigiano, a cura di  R. Bordone-G. Carpignano, Asti, Provincia di Asti, 2001, pp. 15-42.
  • (con D. GNETTI), L’aristocrazia finanziaria del comune di Asti, in Araldica Astigiana, a cura di R. Bordone, Asti, Cassa di Risparmio di Asti, 2001, pp. 33-38.
  • I capitanei  nei diplomi di Federico, ne La vassallità maggiore del Regno Italico. I capitanei nei secoli XI-XII, a cura di A. Castagnetti, Roma, Viella, 2001, pp. 493-502.
  • Uno stato d’animo. Memoria del tempo e comportamenti urbani nel mondo comunale italiano, Firenze, University Press, 2002.
  • I giardini dell'astigiano nord-occidentale  fra Sette e Ottocento  nelle testimonianze  di Giovanni Secondo De Canis, in Giovanni Maria Molino, Un'importante committenza per Brusasco, a cura di C. Caramellino e C. Castiglioni, Brusasco 2002, pp. 155-170.
  • Alcune considerazioni sui rapporti fra fonti scritte e fonti archeologiche, ne La gestione del territorio. Memoria, partecipazione, sviluppo della ricerca. Atti del Convegno nazionale. Saluzzo, 11-12 novembre 2000), a cura di G. Di Gangi e C.M. Lebole, Dronero, L'Arciere, 2002, pp. 93-103.
  • Dei “Libri iurium” del comune di Asti e in particolare del “Codex  Astensis”, ne Le miniature del "Codex Astensis". Immagini del dominio per Asti medievale, a cura di G.G. Fissore, Asti, Comune di Asti, 2002, pp. 47-59.
  • I poteri laici, in Arti e storia nel Medioevo, a cura di E. Castelnuovo e G. Sergi, I, Tempi Spazi Istituzioni, Torino, Einaudi, 2002, pp. 513-555.
  • Le radici della rivisitazione ottocentesca del medioevo, in Medioevo reale Medioevo immaginario. Confronti e percorsi culturali tra regioni d’Europa,  Atti del Convegno Torino 26-27 maggio 2000, Torino, Città di Torino, 2002, pp. 11-18. - (Download)
  • Le città in età carolingia, in Am Vorabend der Kaiser Krönung. Das Epos "Karolus Magnus et Leo papa" und der Papstbesuch in Paderborn 799, her. P. Godman, J. Jrnut, P. Johanek, Berlin, Akademie Verlag, 2002, pp. 323-333. - (Download)
  • “Loci novi” e “villenove” nella politica territoriale del comune di  Asti, in Borghi nuovi e Borghi franchi nel processo di costruzione dei distretti comunali nell'Italia centro-settentrionale (secoli XII-XIV), a cura di R. Comba, F. Panero, G. Pinto, Cherasco-Cuneo 2002, pp. 99-122.
  • Ricordo di Giovanni Tabacco, in "Quaderni Medievali", 54 (dicembre 2002), pp. 5-13.
  • Le origini del comune di Genova, in Comuni e memoria storica. Alle origini del Comune di Genova, Atti del Convegno di studi Genova 24-26 settembre 2001, Genova 2002 ("Atti della Società Ligure di storia patria, n.s., XLII - CXVI -, f. 1), pp. 237-259. - (Download)
  • Conclusioni, in Miti e segni del medioevo nella città e nel territorio. Dal mito bolognese di re Enzo ai castelli neomedievali in Emilia Romagna, a cura di M. Giuseppina Muzzarelli, Bologna, Clueb, 2003, pp. 215-220.
  • Il mondo animale nell'onomastica e nell'araldica  dell'Astigiano medievale, in Bestie, santi, divinità. Maschere animali dell'Europa tradizionale, a cura di P. Grimaldi, Torino, Museo della Montagna, 2003, pp. 145-158.
  • I poteri di tipo comitale dei vescovi nei secoli X-XII, in Formazione e strutture dei ceti dominanti nel medioevo: marchesi conti e visconti nel Regno italico (secc. IX-XII), Atti del terzo convegno di Pisa: 18-20 marzo 1999, Roma 2003 (Nuovi studi storici, 56), pp. 103-122.
  • Medioevo ideale e medioevo reale nella cultura europea della prima metà del Novecento, in Medioevo ideale e medioevo reale nella  cultura urbana. Antonio Avena e la Verona del primo Novecento, a cura di P. Marini, Verona 2003, pp. 53-61.
  • Il “Codex  Astensis” e l'organizzazione del territorio, in "Libri iurium" e organizzazione del territorio in Piemonte (secoli XIII-XVI), a cura di P. Grillo e F. Panero = “Bollettino della Società per gli studi storici, archeologici ed artistici della provincia di Cuneo”, 123 (2003), pp. 79-92.
  • Origini e composizione sociale del comune di Acqui, ne Il tempo di San Guido vescovo e signore di Acqui, a cura di G. Sergi e G. Carità, Acqui 2003, pp. 79-92. - (Download)
  • Lombardi come “usurai manifesti”: un mito storiografico?, in “Società e storia”, 26 (2003), 100-101, pp. 255-272.
  • Prime attestazioni della presenza degli Ordini Mendicanti nei comuni di Asti e di Vercelli, in “Bollettino storico bibliografico subalpino”, CI (2003), pp. 515-533.
  • Gli statuti di Asti fra sopravvivenza comunale e sottomissione principesca, in Signori, regimi signorili e statuti nel tardo Medioevo, VII Convegno del Comitato Italiano per gli studi e le edizioni delle fonti normative (Ferrara, 5-7 ottobre 2000), a cura di R. Dondarini, G.M. Varanini, M. Venticelli, Bologna, Pàtron,  2004, pp. 75-82.
  • Il castello di Pollenzo. Il sogno del Medioevo per un re romantico, in Romani e barbari. Incontro e scontro di culture, a cura di S. Giorcelli Bersani, Torino 2004, pp. 243-251.
  • "Sub imperio abbatisse". Il monastero di Sant'Anastasio fra dipendenza vescovile ed esercizio di poteri signorili   (secoli XI e XII), in Sant’Anastasio dalla cripta al museo, Atti del Convegno di studi storici, archeologici e storico-artistici (Asti, 15-16 maggio 1999), a cura di D. Gnetti-G.P. Silicani, Asti, Gruppo Ricerche Astigiane/Comune di Asti, 2004, pp. 51-60.
  • (con G. CASTELNUOVO e G.M. VARANINI), Le aristocrazie dai signori rurali al patriziato, Roma-Bari, Laterza,  2004.
  • Spunti per una storia del paesaggio astigiano di antico regime con particolare riguardo al nord-ovest, in “Quaderni di Muscandia”, (2004), pp. 70-81. - (Download)
  • Editoria tra '800 e '900. Fumetto, in Arti e storia nel Medioevo, a cura di E. Castelnuovo e G. Sergi, IV, Il Medioevo al passato e al presente, Torino, Einaudi, 2004, pp. 711-735.
  • Tra credito e usura: il caso dei “lombardi” e la loro collocazione nel panaroma economico dell’Europa medievale, in Politiche del credito. Investimento consumo solidarietà, Atti del Congresso Internazionale (Asti, 20-22 marzo 2003), a cura di G. Boschiero-B. Molina, Asti, Centro studi sui Lombardi, 2004, pp. 141-161.
  • Il riordino politico del territorio comunale di Asti:  le villenove duecentesche, in  “Bollettino storico bibliografico subalpino”, CII (2004), pp. 413-441. - (Download)
  • I Lombardi in Europa nel medioevo, a cura di R. Bordone e F. Spinelli, Milano, Franco Angeli, 2005.
  • Spunti per una storia dell’alimentazione a Vercelli nel medieovo alla luce dei più recenti ritrovamenti archeologici, ne Il misero cibo. Vescovi e carità a Vercelli tra medioevo e rinascimento, a cura di G. Pantò, Torino, Soprintendenza per i beni archeologici del Piemonte, 2005, pp. 145-162.
  • Acque e mulini in Valtriversa tra medioevo ed eta’ moderna, in Acque e mulini nel Piemonte di antico regime, a cura di R. Bordone e R. Gendre, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2005, pp. 27-45.
  • Il romito del Cenisio, i Longobardi  e Carlo Magno alla Chiusa: spunti romantici di un itinerario in Valle di Susa, ne I Longobardi e le Alpi, Atti della giornata di studio “Clusae Longobardorum, i Longobardi e le Alpi”, Chiusa di San Michele, 6 marzo 2004, Susa, Segusium, 2005, pp. 67-84.
  • Mangiare al castello. Fonti scritte e fonti archeologiche sull’alimentazione al castello di Moncalieri tra medioevo ed eta’ moderna. Prime considerazioni, ne Il sapere dei sapori. Cuochi e banchetti nel castello di Moncalieri, a cura di G. Pantò, Torino, Soprintendenza per i beni archeologici del Piemonte 2005, pp. 41-67.
  • La fondazione di  Villanova, in Villanova d’Asti.  Città storica da conservare, a cura di C. Bartolozzi e F. Novelli, Torino, CELID, 2005, pp. 15-27.
  • Dalla carità al credito.  Ricchezza e povertà ad Asti dal medioevo all’Ottocento, a cura di R. Bordone, Asti, Cassa di Risparmio di Asti,  2005.
  • Gualino e la stagione neo-medievalistica, in “Annali del Centro Pannunzio”, XXXVI (2005/2006), pp. 327-335.
  • La provincia di Asti: possibile identità “astigiana”?, in Tra sviluppo e marginalità. L’Astigiano dall’Unità agli anni Ottanta del Novecento, a cura di  R. Bordone, N. Fasano, M. Forno, D. Gnetti, M. Renosio, Asti, ISRAT, 2006, pp. 11-26.
  • Nuove  prospettive   di ricerca  sulla storia urbana medievale, in Città e vita cittadina nei paesi dell'area mediterranea. Secoli XI-XV, a cura di B. Saitta, Roma, Viella, 2006, pp. 67-79.
  • Carlo Nicco “adornatore” delle Cronache dell’assedio di Torino, in  A. VIRIGLIO, Cronache dell’assedio di Torino 1706, ripr. anast., Torino 2006, pp. xix-xxiv.
  • Il mito, in Carlo Magno e le Alpi. Viaggio al centro del Medioevo, a cura di F. Crivello e C. Segre Montel, Milano, Skira, 2006, pp. 35-39 e 161.
  • (con D. GNETTI), Cortesia, corti, cortigiani: Asti all’autunno del medioevo, in L’affermarsi della corte sabauda. Dinastie, poteri, élites in Piemonte e Savoia fra tardo medioevo e prima età moderna, a cura di P.Bianchi e L.C. Gentile, Torino, Zamorani,  2006, pp. 193-216.
  • Sopravvivenza medievale e innovazione nella cucina piemontese tradizionale, ne La cucina medievale tra lontananza e riproducibilità, a cura di B.Garofani e U. Gherner, Torino, Musei Civici, 2006, pp. 66-8.
  • Chiese di villaggio nel paesaggio medioevale astigiano, ne Il paesaggio del Romanico Astigiano, a cura di F. Garetto e M. Devecchi, Asti, Cassa di Risparmio di Asti, 2006, pp. 12-18.
  • “Promiscuità territoriale” e delimitazione del confine in Piemonte. Il caso di Piovà Massaia e Cerreto d’Asti, in Distinguere, separare, condividere. Confini nelle campagne dell’Italia medievale, a cura di Paola Guglielmotti, "Reti Medievali - Rivista ", VII, 2006, 1, url <http://fermi.univr.it/rm/rivista/saggi/Confini_Bordone.htm>.
  • Un principato difficile: il marchesato di Monferrato tra comunità soggette e fedeltà personali, in  Cartografia del Monferrato. Geografia, spazi interni e confini in un piccolo Stato italiano tra Medioevo e Ottocento, a cura di B.A. Raviola, Milano, Franco Angeli, 2007, pp. 75-88. - (Download)
  • Olio e vino nell’alimentazione italiana dell’alto medioevo,  in Olio e vino nell’Alto Medioevo, Spoleto, CISAM, 2007 (Settimane di Studio della Fondazione Centro Italiano di studi sull’Alto Medioevo, LIV), pp. 497-537.
  • Genesi e ragioni di un progetto, ne Lo spazio politico locale in età medievale, moderna e contemporanea, Atti del Convegno internazionale di studi (Alessandria, 2-27 novembre 2004), a cura di R. Bordone, P. Guglielmotti, S. Lombardini, A. Torre, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2007, pp. 399-402.
  • (Con P. GUGLIELMOTTI, S. LOMBARDINI e A. TORRE), Lo spazio politico locale in età medievale, moderna e contemporanea e Lo schedario storico-territoriale dei comuni piemontesi: problemi di metodo e lettura delle fonti, in Lo spazio politico locale in età medievale, moderna e contemporanea. Pratiche di ricerca, problemi di metodo, esperienze di gestione. Atti del convegno internazionale di studi, Alessandria 26-27 novembre 2004, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2007, pp. 9-47 e pp. 283-293. - (Download)
  • Bianca Lancia di Agliano e i suoi parenti, in “Tabulae del Centro studi federiciani”, XIX (2007), pp. 87-119.
  • Moasca nel medioevo. Le singolari vicende di un castello di confine, in Moasca  tra Medioevo e Ottocento, Moasca, Comune di Moasca, 2007, pp. 21-41.
  • Cavalleria e romanticismo, ne La civiltà cavalleresca e l’Europa. Ripensare la storia della cavalleria, a cura di F. Cardini e I. Gagliardi, Atti del I Convegno internazionale di studi, San Gimignano, 3-4 giugno 2006, Pisa/S. Gimignano, Pacini/Comune di S. Gimignano, 2007, pp. 243-256.
  • Carlo Magno dopo Carlo Magno. La fortuna alpina di un mito, in Carlo Magno e le Alpi, Atti del XVIII Congresso internazionale di studi sull’alto medioevo  (Susa-Novalesa, 19-21 ottobre 2006), Spoleto, CISAM, 2007, pp. 413-439.
  • Colline e castelli, campi e vigneti nell’iconografia dell’Astigiano fra il Basso Medioevo e la prima Età Moderna, ne Il paesaggio dipinto. Astigiano, Monferrato e Langhe, a cura di Osservatorio del Paesaggio-O. Coffano, Asti, Cassa di Risparmio di Asti, 2007, pp.  59-71.
  • “Per lancia e spada a ogni sangue, su campo franco”. Tradizione e storicità nell’ Ettore Fieramosca di Blasetti, in Ettore Fieramosca. Segreti e passioni secondo Blasetti, a cura di F.Prono e E.Nicosia, Torino 2007 (I quaderni degli archivi, 4), pp. 37-42.
  • I confini della comunità. Incertezza territoriale e assetto insediativo tra medioevo ed età moderna in Piemonte, in Città e territori nell’Italia del Medioevo. Studi in onore di Gabriella Rossetti, a cura di G.Chittolini, G. Petti Balbi, G. Vitolo, Napoli, GISEM-Liguori, 2007, pp. 55-73.
  • Carlo Giambattista Cacherano Malabaila d’Osasco. Un aristocratico muratoriano alle origini della storiografia astigiana moderna, ne “Il Platano”, XXXII (2007), pp. 82-94.
  • Cinema e medioevo, in Lezioni sul Medioevo, a cura di D. Romagnoli, Guastalla, Comune di Guastalla, 2007, pp. 79-84.
  • Postfazione, in Neomedievalismi. Recuperi, evocazioni, invenzioni nelle città dell’Emilia-Romagna, a cura di M.G. Muzzarelli, Bologna, CLUEB, 2007, pp. 287-296.
  • Un'effimera ‘villanova’ duecentesca. Nascita e decadenza della prima Villafranca d'Asti nel riordino del territorio politico astigiano, in “Bollettino storico-bibliografico subalpino”, CV (2007), pp. 393-458. - (Download)
  • Una Lobby finanziaria internazionale?, introduzione a Dal banco di pegno all’alta finanza. Lombardi e mercanti-banchieri fra Paesi Bassi e Inghilterra nel Trecento, a cura di R. Bordone, Asti, Centro studi sui Lombardi, sul credito e sulla banca, 2007 (= “Quaderni/Cahiers del Centro Studi sui Lombardi, sul credito e sulla banca”, II), pp. 9-25.
  • Rapport de synthèse: Les mémoires dwa villes, in Villes de Flandre et d’Italie (XIIIe-XVIe siècle). Les enseignements d’une comparaison, ed. E. Crouzet-Pavan/E. Lecuppre-Desjardin, Tournhout, Brepols, 2008, pp. 165-172.
  • La  nobiltà e l’Impero nello sviluppo del  pensiero dantesco, in Gerione - Incroci danteschi. Dante e la storia medievale, Milano, Unicopli, 2008, pp. 49-84.
  • “Asta facta est quasi nova”. Il rinnovamento edilizio di fine Duecento e i “benefattori” della nuova Cattedrale gotica, in Ricami di pietra. Una scultura medievale del museo lapidario di Asti, Asti, Rotary Club Asti, 2008, pp. 31-46.
  • “Hic me aportavit Bonefacius Rotarius civis Astensis”. Bonifacio Roero tra il Piemonte e le Fiandre, in Rocciamelone. Il gigante di pietra, a cura di A. Zonato, Susa, Centro Culturale Diocesano, 2008, pp. 37-60.
  • I Roero in Europa, in Piemonte e in valle di Susa, in Alpi da scoprire. Arte, paesaggio, architettura per progettare il futuro, a cura di A.De Rossi, G. Sergi, A. Zonato, Borgone Susa, Edizioni del Graffio, 2008, p. 49.
  • “Une tres noble jouste”, in TOMMASO III DI SALUZZO, Il Libro del Cavaliere Errante (BnF ms. fr. 12559), a cura di M. Piccat, Boves, Araba Fenice, 2008, pp. 27-35.
  • Un paesaggio da mangiare. Incidenza degli usi alimentari sulla formazione storica del pasaggio dell’ Astigiano, ne Il paesaggio astigiano. Identità, valori, prospettive, a cura di M. Devecchi e M. Volpiano, Asti, Cassa di Risparmio di Asti, 2008, pp. 61-73.
  • Una “villanova” di frontiera fra Asti e il Monferrato, in Castell’Alfero. Otto secoli di arte e storia, Castell’Alfero, Comune, 2008, pp. 23-43.
  • «La forest de longue actente ». Maria di Clevès, duchessa d’Orléans e signora di Asti (1465-1482), ne “Il Platano”, XXXIII (2008), pp. 201-223.
  • La battaglia  di  Cossano  (24 Marzo 1274), in Trasformazioni di una comunità di Langa. Cossano Belbo, a cura di R. Grimaldi, Canelli, Fabiano Editore, 2008, pp. 75-88.
  • La medievalizzazione del tempo festivo, ne Il Teatro della Vita. Le feste tradizionali in Piemonte , a cura di L. Nattino-P. Grimaldi, Torino, Omega Edizioni, 2008, pp. 97-106.
  • Il tempo e il denaro, in Tempus mundi umbra aevi. Tempo e cultura del tempo tra medioevo e età moderna, a cura di G. Archetti e A. Baronio, Brescia, Fondazione Civiltà Bresciana, 2008, pp. 339-346.
  • Trasformazioni della geografia del potere tra Piemonte e Liguria nel basso medioevo, in "Bollettino storico-bibliografico subalpino", CVI (2008), pp. 445-463.
  • 1500 anni di invasioni e dominazioni straniere. Dai territori costruiti dai comuni al 1861, ne La cultura italiana, diretta da L.L. Cavalli Sforza, I, Terra e popoli, a cura di L.L. Cavalli Sforza e A. Piazza, Torino, UTET, 2009, pp. 426-433.
  • (con G. SERGI), Dieci secoli di medioevo, Torino, Einaudi, 2009.
  • The Lady of Shalott. Di telai e di tele, di amore e di morte nel medioevo vittoriano, ne Dal mito alla contemporaneità. Tessere la vita. Telai e arte della tessitura a 360o. Per un percorso interattivo interdisciplinare, a cura di C. Gutermann, M.G. Imarisio, D. Surace, Moncalieri 2009, pp. 160-166.
  • L'attivita' tessile nel medioevo, ibidem,pp. 27-30.
  • Caratteristiche sociali  e attività economiche  del primo gruppo dirigente comunale, in Storia di Fossano e del suo territorio , I, Dalla preistoria al Trecento, a cura di R. Comba, R. Bordone, R. Rao, Fossano, Co.re Editrice, 2009, pp. 134-149.
  • "Ius primae noctis" alle origini di Fossano?, ibidem, pp. 175-178.
  • Commenda di Santa Maria del Salice, ibidem, pp. 214-217.
  • I cavalieri  di San Giovanni dalle origini a Malta, in Cavalieri. Dai Templari a Napoleone. Storie di crociati, soldati, cortigiani, a cura di A. Barbero e A. Merlotti, Milano, Electa, 2009, pp. 91-103.
  • Le pretese di Bonifacio, in Bonifacio di Monferrato e il Comune di Asti. Scontri e confronti alla fine del secolo XII, a cura di E.C. Pia, Asti, Comune di Asti, 2009 (Atti della Tavola Rotonda, Asti, 6 ottobre 2007), pp. 35-51.
  • Attività e presenza territoriale dell'Ordine Gerosolimitano in Piemonte, in Cavalieri di San Giovanni in Liguria e nell'Italia settentrionale. Quadri regionali, uomini e documenti, a cura di J. Costa Restagno, Genova-Albenga, Istituto intern, di Studi Liguri, 2009 (Atti del Convegno, Genova, 30 settembre-2 ottobre 2004), pp.313-330.
  • La difficile attribuzione del santo Patrono: il caso di Villafranca d'Asti, ne “Il Platano”, XXXIV (2009), pp. 106-131.
  • The survival of medieval knighthood over the centuries: a journey through the culture and taste of the Occident in reverse, in"Imago Temporis Medium Aevum", 3 (2009), pp. 293-309.
  • Suggestioni neomedievali alla Mandria. Rosa Vercellana e il Castello dei Laghi, in "Bollettino storico bibliografico subalpino", CVIII (2010), pp. 143-155. - (Download)
  • Chieri nel medioevo: insediamento e organizzazione politica, in  Archeologia a Chieri. Da Carreum Potentia al Comune bassomedievale, a cura di G. Pantò, Torino, Soprintendenza per i beni archeologici del Piemonte, 2010, pp. 33-37.
© 2000
Reti Medievali

UP